Voi siete qui:

I primi appartamenti "smart" nel mercato delle locazioni nei Grigioni

 

Ristrutturazione e ampliamento Tittwiesenstrasse 38 a Coira

 

La Cassa pensioni dei Grigioni sta realizzando la prima Smart Home per il mercato delle locazioni nei Grigioni. L'elemento chiave del progetto innovativo sta nella centralina per l'automazione degli edifici. Tramite questo elemento centrale vanno gestite le funzioni dello stabile come riscaldamento, tapparelle e videocitofono. Inoltre è possibile il monitoraggio del consumo attuale energetico e dell'acqua della propria abitazione. Con altri ampiamenti avveniristici degli impianti domestici l'offerente d'immobili a Coira si presenta con una nuova offerta. 

 

L'immobile alla Tittwiesenstrasse 38 a Coira, in possesso della Cassa pensioni dei Grigioni (CPGR) dalla costruzione nel 1980, è stata completamente ristrutturata. Per quanto concerne lo sviluppo dell'immobile in età avanzata, la proprietaria ha deciso di esplorare nuove strade.

 

Gli architetti incaricati Ritter Schumacher SA, Coira, non hanno solamente messo in atto le indispensabili misure tecniche di costruzione ed energetiche attuali, ma hanno pure realizzato, su iniziativa della proprietaria, un concetto d'impianto domestico di primaria importanza e d'interesse nell'ambito architettonico.

 

Un'innovazione dal punto di vista tecnico di costruzione è la centralina elettronica per l'automazione degli edifici (eSMART) in ogni singola abitazione. Tramite touch screen situato nel soggiorno o un'applicazione mobile si può controllate le funzioni dello stabile come il riscaldamento, le tapparelle o il videocitofono in modo centrale nell'appartamento come anche dall'esterno. Si può inoltre controllare sugli schermi installati in ogni singola abitazione l'attuale consumo energetico e dell'acqua ma anche l'attuale produzione d'elettricità dell'impianto fotovoltaico in tempo reale; ciò istiga l'utente di economizzare nell'impiego dell'energia fra le quattro mura domestiche.

 

Un'altra innovazione nel mercato immobiliare locale è il sistema d'ingresso elettronico senza chiave e il sistema di cassette per lettere con funzioni digitali, grazie al quale l'utente non dovrà in ogni caso più recarsi all'ufficio postale. In confronto a cilindri di chiusura meccanici il sistema d'ingresso elettronico dovrebbe migliorare chiaramente la sicurezza, la protezione antieffrazione e il conforto giornaliero.

 

Durante il tempo di costruzione durato un anno oltre a ciò è stato rinnovato l'intero stabile: tutto l'impianto domestico, l'ascensore, gli appartamenti, l'involucro dell'edificio con standard Minergie, fino ai balconi vetrificati ariosi e moderni. Per ottimizzare il consumo energetico e aumentare il confort abitativo in tutto lo stabile è stata installata una ventilazione meccanica controllata con recupero di calore. Nei mesi estivi il pavimento può essere raffreddato tramite un sistema noto come freecooling dalla pompa di calore acqua di falda; così nelle stagioni più calde la temperatura ambiente può essere influenzata positivamente. Sul tetto dell'attico è stato installato un impianto fotovoltaico per la produzione di elettricità.

 

Con la realizzazione dell'uso delle risorse esistenti sul terreno si è riusciti ad aumentare il numero di abitazioni esistenti di circa un terzo (finora 19 abitazioni, ora 26 abitazioni) e nel pianterreno sono stati creati degli indispensabili locali accessori e un'area di parcheggio.