Voi siete qui:

Nuovo Regolamento di previdenza 2018 – Sviluppo di prestazioni

 

La Commissione amministrativa nella sua seduta del 13.12.2017 ha deciso uno sviluppo di prestazioni.
Il Regolamento di previdenza è stato conformemente adattato. 

 

Fin'ora l'art. 22 a del Regolamento di previdenza prevedeva quanto segue:

Se dopo il decesso di un assicurato attivo non sono dovute prestazioni a coniugi e conviventi, il diritto a una somma in caso di decesso spetta ai figli propri e, se non ve ne sono, ai genitori. Tale somma corrisponde al 50 per cento dell'avere a risparmio disponibile, dedotto il valore attuale di eventuali rendite per orfani.

 

La Commissione amministrativa ha esteso l'ordine dei beneficiari sui fratelli e sulle sorelle della persona deceduta ed ha aumentato la somma in caso di decesso dal 50 % al 100 % dell'avere a risparmio disponibile. Il Regolamento di previdenza con le nuove disposizioni è visibile sul nostro sito internet.

 

Nessun adeguamento al rincaro sulle rendite

 

A partire dal 1° gennaio 2018 le rendite non beneficeranno di alcun adeguamento al rincaro.

 

Le prestazioni di rendite vanno adeguate all'evoluzione dei prezzi secondo la possibilità finanziaria dell'istituto di previdenza. Finché l'istituto di previdenza non dichiara risorse non vincolate, la possibilità finanziaria non è data. Possono essere dichiarate risorse non vincolate, se la riserva per oscillazione della CPGR ammonta al 15 %, ossia il grado di copertura supera la soglia del 115 %.

 
Rimunerazione dell'avere a risparmio 2018

 

In seguito ad un anno d'investimento 2017 eccellente la Commissione amministrativa per il 2018 ha deciso di rimunerare gli averi a risparmio delle persone assicurate attive  con l'1.5 % (0.5 % in più riguardo l'interesse LPP proposto dal Consiglio federale) – una rimunerazione ottima confrontando gli interessi odierni!